Isola d’Elba, una vacanza a tu per tu con Napoleone

Isola d’Elba, una vacanza a tu per tu con Napoleone

L’Isola d’Elba è senza dubbio una delle mete turistiche più belle e amate del nostro bel paese. Qui è possibile trovare davvero di tutto, dalle spiagge incontaminate alle testimonianze storiche, fino ad un paesaggio naturale che toglie il fiato, con scorci di una bellezza infinita e panorami unici al mondo.

Ma l’Elba è famosa, anche, e soprattutto per le sue spiagge meravigliose, che sono tutte diverse tra loro. Si va dai litorali sabbiosi fino alle calette fatte interamente di ciottoli, nascoste e raggiungibili solo percorrendo sentieri naturalistici estremamente suggestivi.

Le spiagge più belle dell’Elba

Parti con noi alla scoperta di questo luogo incantato, vedi le spiagge più belle dell’Isola d’Elba e scegli quella più adatta al tipo di vacanza che hai scelto. Partiamo con un “classico”, le spiagge caratterizzate dalla presenza di sabbia morbida e sottile, dove potersi concedere davvero dei momenti di relax e pace assoluti.

Le più famose, in questo senso, sono senza dubbio le spiagge di La Bibola e quella di Cavoli. Quest’ultima, in particolare, si trova nella zona a sud dell’isola, nei pressi del delizioso Comune di Marina di Campo, il Capoluogo dell’Isola d’Elba. Si tratta di una spiaggia lunga e sabbiosa, con un fondale estremamente basso, l’ideale quindi per chi intende trascorrere una vacanza in famiglia, anche con i bambini piccoli.

La Bidola è molto simile, e presenta un arenile lungo oltre 600 metri. La spiaggia attrezzata, inoltre, consente di usufruire di servizi e infrastrutture di diversa natura, per trascorrere una giornata davvero unica, dal mattino fino alla sera, tra sole, relax e snorkeling.

La Padulella e le spiagge selvagge

Dalla sabbia morbida e sottile ai ciottoli, passando per Portoferraio, dove troviamo la spiaggia della Padulella, con la sua eccezionale passeggiata lunga oltre 150 metri, e la spiaggia del Sansone, un luogo unico e meraviglioso, che si trova a circa 5 chilometri da Portoferraio, piuttosto nascosto ma estremamente suggestivo.

Per gli amanti della natura selvaggia, l’Elba risulta davvero la meta ideale, con tratti di costa che presentano delle incantevoli, piccole baie rocciose, dove è possibile davvero trovare la tranquillità e godersi il mare in pieno relax, lontano dalla folla e dal caos. Tra queste spiagge particolari, le più belle sono senza dubbio Patresi, Chiessi e Capo Sant’Andrea, raggiungibili attraverso sentieri che si inerpicano nella macchia mediterranea, ma che vale la pena percorrere, per poter godere di questi luoghi unici e suggestivi.

Tra le spiagge in assoluto più belle dell’isola, abbiamo Sacchetto a Fetovaia, che sono le più frequentate dell’Elba, merito della sabbia finissima e soprattutto delle infrastrutture presenti sull’arenile.

A tu per tu con l’Imperatore

Per chi invece vuole fare un tuffo nella storia, una tappa immancabile è senza dubbio Portoferraio, il luogo dove abitò l’imperatore dei Francesi, Napoleone Bonaparte, durante il suo “primo esilio”, presso l’Isola d’Elba.

Nel centro storico del piccolo Comune è ancora presente l’edificio che ospitò il grande generale, la Palazzina dei Mulini, che durante i 10 mesi di permanenza di Napoleone sull’isola, fu la residenza principale dell’ex imperatore. Insieme a Villa San Martino, rappresenta quella che è la storia dell’isola, con testimonianze e arredi d’epoca che raccontano quel momento straordinario.

Nonostante siano passati 200 anni, gli isolani commemorano ancora Bonaparte come se lui fosse lì, pronto a ricevere gli onori che gli spettano. Ogni anno, infatti, a Portoferraio si tiene una rievocazione storica eccezionale, tra le più belle d’Europa, con figuranti che arrivano da ogni parte del mondo.

Viene celebrata una messa solenne, in onore dell’imperatore, e decine di persone, vestite con l’uniforme che veniva indossata dai soldati della Grande Armata, completa di moschetti, alcuni anche originali dell’epoca. Uno spettacolo che richiama sull’isola migliaia di turisti, e che è davvero un evento al quale vale la pena assistere, almeno una volta nella vita.

Nicole Tommasi