Disinfestazione tarli: come scoprire un’invasione e quantificare il danno

Disinfestazione tarli: come scoprire un’invasione e quantificare il danno

Con la parola tarlo spesso ci si riferisce al danno causato dalle larve di insetti che vivono sotto la superficie del legno; questo tipo di infestazione può danneggiare il legno se non trattato. I tarli hanno bisogno di umidità per sopravvivere, quindi asciugare il legno a volte risolve il problema. Una soluzione chimica al boro può essere un altro metodo per sbarazzarsi del tarlo, ma se l’infestazione è troppo grave, sarà necessario un aiuto professionale per sradicarlo.

Metodo 1 – Identificazione e valutazione del danno

Scopri la presenza di tarli.

I tarli possono manifestare la propria presenza attraverso la comparsa di uova sulla superficie del legno mentre loro trascorrono la maggior parte della vita come larve sotto la superficie. Identifica il tarlo esaminando la superficie del legno alla ricerca anche di una serie di piccoli fori sulla superficie, simili a punture di spilli; questi si verificano quando l’insetto matura ed esce dal legno. Piccoli mucchi di segatura polverosa possono rappresentare un altro segnale; assicurati di ispezionare l’intera superficie poiché la condizione può interessare solo una piccola sezione del legno.

Determina l’entità del danno.

In molti casi, il danno del tarlo si trova lungo lo strato superiore del legno, mentre il cuore e gli strati circostanti rimangono intatti. In questo caso, l’oggetto in legno sarà comunque resistente e salvabile. Se il legno si sbriciola o si rompe con facilità quando viene maneggiato, questo è un segno che non c’è molta speranza di salvare l’oggetto, anche dopo un trattamento.

Prova ad asciugare il legno.

Prima di tentare qualsiasi altro trattamento, prova ad asciugare il legno interessato; l’umidità è necessaria per la vita delle larve dei tarli, quindi asciugare il legno può risolvere il problema. Posiziona piccoli mobili su un radiatore e posiziona oggetti più grandi in un armadio o in una piccola stanza con un riscaldatore. Cerca di riscaldare ad alte temperature e mantienile per 24 ore per uccidere uova, larve e insetti completamente cresciuti.

Monitora attentamente gli oggetti durante il riscaldamento per evitare il surriscaldamento del legno o della tappezzeria.

Metodo 2 – Utilizza un trattamento chimico

Acquista polvere di boro per preparare una soluzione efficace.

Visita un negozio di ferramenta per acquistare una polvere chimica al boro; i trattamenti a base di boro rappresentano una delle opzioni più sicure da usare per un dilettante. Chiedi al venditore i suggerimenti per l’applicazione della soluzione e acquista altri articoli di cui potresti aver bisogno per il trattamento:

  • Spruzzatore da giardino
  • Maschera viso
  • Occhiali protettivi
  • Guanti di sicurezza

Prendi le dovute precauzioni prima di utilizzare il trattamento.

I composti chimici possono produrre fumi che causano reazioni avverse se toccati o inalati. Se possibile, porta l’oggetto infetto fuori da casa per il trattamento; prima di lavorare con la soluzione, prenditi il ​​tempo di indossare una maschera con un paio di occhiali protettivi e guanti. Ciò ridurrà al minimo l’esposizione alla pelle e agli occhi e impedirà l’inalazione dei gas rilasciati durante la fase di trattamento. Assicurati di coprire anche il terreno sotto l’oggetto.

Prepara la soluzione.

La polvere di boro è piuttosto concentrata, quindi segui attentamente le istruzioni per mescolarla con acqua. Rispetta il rapporto tra acqua e soluzione; il rapporto esatto sarà indicato sulla confezione e dovrebbe essere rispettato perfettamente. Quando si crea una certa quantità di soluzione, tieni conto delle dimensioni dell’oggetto in legno da trattare e del numero di mani che si desidera utilizzare. Versa la soluzione preparata in uno spruzzatore da giardino, assicurandosi che l’unità sia sigillata ermeticamente per evitare di versare accidentalmente qualsiasi soluzione.

Assicurati di tenere i prodotti chimici lontano da bambini e animali domestici.

Rivesti la superficie del legno danneggiato.

Applica uno strato uniforme della soluzione sulla superficie del legno. Lascia asciugare prima di tentare di spostare il legno; osserva almeno un’ora di riposo prima di tornare indietro per verificare il successo della tua azione. Questo tempo di asciugatura consentirà alla soluzione di permeare all’interno della superficie del legno e contribuire ad accelerare l’eradicazione del tarlo.

La soluzione può anche essere applicata con un pennello di grandi dimensioni per raggiungere aree piccole o difficili da raggiungere.

Metodo 3 – Assumi uno specialista per il trattamento del tarlo

Valuta se è necessario o meno un trattamento professionale.

Se l’infestazione da tarli è troppo estesa o se i tarli sono penetrati troppo in profondità nel legno, sarà necessario rivolgersi a disinfestatori professionisti (come Gli specialisti della disinfestazione, che sanno come eliminare i tarli). I trattamenti chimici fai-da-te penetrano solo negli strati superficiali del legno e saranno inefficaci se l’infestazione è troppo grave. I segni che la tua infezione da tarlo è abbastanza grave da assumere un disinfestatore includono:

  • Legno fatiscente
  • Listelli deboli e danneggiati
  • Uova visibili, larve o insetti adulti (coleotteri)

Fai ricerche…

Cerca online le recensioni e le raccomandazioni dei professionisti nella tua zona. Chiedi ad amici o colleghi se hanno affrontato problemi simili o se hanno raccomandazioni particolari su una determinata ditta del settore. Chiama diverse compagnie per avere preventivi e valutazioni prima di prenotare un appuntamento.

Prepara i trattamenti di sterminio.

Una volta conosciuto il piano d’azione preso in carico dal professionista per curare il tuo problema di tarli, pianifica tutto in anticipo. Fra i tanti metodi impiegati dagli sterminatori potrebbero esserci anche:

  • Applicazione di pesticidi forti che possono essere utilizzati solo da professionisti certificati
  • Congelamento di mobili infestati, che verranno avvolti e messi in un congelatore apposito per diverse settimane

Carlo Bellini